• Dr. Bonacina Cristiano

Sai quale è il SEGRETO per fare un DENTE SU IMPIANTO UGUALE AD UN DENTE NATURALE?

Hai perso un dente e devi mettere un impianto dentale?🦷

Allora questo articolo può essere utile per te!


(Se non sai cosa sono gli impianti dentali, puoi leggere questo altro mio articolo)


Guarda queste foto💁🏻: in entrambe è presente un dente supportato da un impianto dentale


Riesci a riconoscerlo?😷 (Scorri a destra per vedere quali sono)


Sicuramente sei riuscito a capirlo più facilmente nella foto in basso, mentre hai dovuto fare un po’ più di fatica nella prima.


Perchè?

Molto probabilmente dalle gengive che circondano il dente.

Il segreto sta tutto lì: per avere un dente naturale, sulla vite che si inserisce deve esserci un bel dente🦷, ma attorno ci devono essere anche delle belle gengive👄.




Come si fa ad avere delle belle gengive attorno ad un impianto dentale?


Ci vuole una piccola premessa per farti capire💁🏻


Quando si perde un dente, l’osso diminuisce di spessore (principalmente nei primi 3-6 mesi). Guarda ad esempio queste foto dove puoi vedere la contrazione (indicata dalla freccia rossa) avvenuta dopo l'estrazione del dente (il dente è stato tolto per una frattura verticale 😢)


Ma allora come fare per ritornare al volume della gengiva iniziale ?

Qui viene in aiuto la chirurgia plastica delle gengive e in particolare una cosa molto preziosa che utilizzo nella stragrande maggioranza dei casi quando devo inserire un impianto dentale: l’innesto di connettivo.



Cos’è l’innesto di connettivo?

L’innesto di connettivo consiste nel recuperare una piccola striscia di gengiva dal palato del paziente, che opportunamente maneggiata viene inserita nella zona dove si vuole aumentare il volume della gengiva, in modo da potere avere un dente supportato dall’impianto che sia il più simile possibile ad un dente naturale.


Ecco un esempio di utilizzo di innesto di connettivo per ricreare il volume di gengiva che si è perso dopo l'estrazione dei denti. (scorri a destra per vedere la differenza di volume💁🏻)



Ma la gengiva sul palato si riforma?

Spesso i miei pazienti mi fanno questa domanda: nel giro di 2/3 mesi la gengiva ritorna come prima.


Non ci sono alternative?

Al posto dell’innesto di connettivo, sono utilizzabili altri tipi di innesto di origine animale, che però non garantiscono lo stesso risultato ottenibile utilizzando la gengiva del paziente. Almeno oggi non ancora ;)


Si sente male?

Durante l’intervento ovviamente non si sente nulla, invece come dolore post operatorio le tecniche chirurgiche odierne rendono questo intervento meno fastidioso rispetto al passato e comunque il fastidio è controllabile con i comuni antidolorifici.


L’innesto di connettivo si utilizza solo per modificare la gengiva attorno agli impianti?

Assolutamente no, si può utilizzare in tutti i casi in cui si ha bisogno di aumentare lo spessore della gengiva, come ad esempio nel caso di ponti protesici tradizionali oppure quando si esegue una chirurgia per ricoprire le recessioni gengivali (chirurgia mucogengivale).

Innesto di connettivo in un caso di ponte protesico tradizionale

Innesto di connettivo in chirurgia mucogengivale


Spero di averti chiarito un po’ le idee a riguardo, ma se dovessi avere altre curiosità, scrivimi pure via e-mail a cristianobonacina@gmail.com o sui miei canali social (FB e Instagram)


Alla prossima


Cristiano






Post recenti

Mostra tutti